Troppo Nole per Jannik: Sinner out a Montecarlo

Troppo Nole per Jannik: Sinner out a Montecarlo

Di Lorenzo Corleto

 

Termina al secondo turno il percorso nell’ATP Masters 1000 di Montecarlo per Jannik Sinner: nonostante una buona prestazione, il tennista italiano ha portato a casa solamente 6 game contro un Djokovic che non giocava dalla finale degli Australian Open di fine febbraio, ma che ha dimostrato una tenuta fisica e mentale degna dei suoi successi.

 

Il primo set si è aperto con il break di Sinner e con l’immediato contro-break del serbo, il quale ha poi vinto 4 game di fila portandosi sul 5-2. Quando il primo parziale sembrava che stesse per scivolare tra le mani di Djokovic, Sinner, con la sua solita freddezza, ha reagito, ha tolto il servizio al pluricampione di Belgrado e ha accorciato le distanze sul 4-5 e servizio.

Nel decimo gioco, il 19enne italiano ha rimontato da 0-30 a 30-30, ma alla seconda palla break Nole si è aggiudicato il primo set dopo 54 minuti di partita.

 

L'urlo liberatorio di Djokovic dopo la conquista del primo set

 

Nel secondo set Sinner ha cercato di mettere pressione a Djokovic mantenendo il proprio primo turno di servizio, ma Nole ha decisamente alzato un livello già assai notevole e ha allungato 4-1. Questa volta niente rimonta e, dopo una partita costellata di punti clamorosi e recuperi impossibili, ma anche di diversi errori non forzati, il serbo ha chiuso 6-2.

“Sinner è il futuro del nostro tennis, forse anche il presente”, questa è stata la dichiarazione di Djokovic a fine gara; parole al miele per il talentuoso Jannik, che avrà di certo la possibilità di prendersi la rivincita contro il 18 volte vincitore Slam.

 

 

Leave a comment