Wimbledon 2021, dove arriverà la next-gen?

Wimbledon 2021, dove arriverà la next-gen?

Di Lorenzo Corleto

 

Ci siamo appena lasciati alla spalle la finale del Roland Garros e la sconfitta di uno dei più promettenti, se non il più smagliante giovane tennista al momento, Stefanos Tsitsipas, che era avanti 2 set a 0 contro l'immarcescibile Djokovic.

Ci siamo appena lasciati alle spalle l'occasione della conferma della superiorità dei Big 3, Federer, Nadal e Djokovic stesso, rispetto all'incostanza e alla volubilità della next-gen, prossima a dominare la scena tennistica mondiale nei prossimi anni.

Ci siamo appena lasciati alle spalle un torneo che, nel suo complesso, ha dato adito a pensieri e critiche sulla nuova generazione del tennis del futuro, rea di non aver convinto del tutto gli appassionati di questo sport.

Non sta a noi decidere se questi giudizi negativi siano sperticati o corretti, tuttavia quale occasione migliore di Wimbledon potrà essere colta al volo per capovolgere l'opinione comune?

 

 

Stefanos Tsitsipas

 

Ad oggi, terzo giorno (il cui programma è soggetto a modifiche a causa della pioggia dei giorni precedenti che ha impedito lo svolgimento di molti match), c'è già stato il primo risultato clamoroso: proprio Tsitsipas è stato sconfitto al primo turno da Francis Tiafoe in 3 set netti.

Bene invece i vari Medvedev, Rublev e Zverev, male i nostri Sinner e Musetti, già fuori prima del previsto, sorprendentemente date le qualità dei due.

Chi, secondo i pronostici e il tabellone, può davvero ambire al titolo è Matteo Berrettini, considerato l'unico ostacolo nel cammino trionfale e quasi scontato di Djokovic, visto che Federer non ha particolarmente brillato nella vittoria di ieri contro Mannarino, costretto al ritiro per infortunio dopo una prestazione incredibile.

Tra gli altri possibili outsider citiamo anche Shapovalov, Korda, Karatsev, Ruud e il nostro Lorenzo Sonego, reduce da una stagione magica.

Insomma, tanta carne al fuoco in questo Wimbledon 2021: vedremo se ne uscirà fuori una splendida grigliata o se tutto andrà a fuoco davanti al numero uno del mondo.

 

 

Leave a comment